Hardware News 1

Annunciato Unreal Engine 5

Annunciato oggi Unreal Engine 5 con tanto di video demo utilizzando l’Hardware di una Playstation 5, quindi su architettura Radeon RDNA2.

La demo presentata oggi si chiama Lumen in the Land of Nanite, ed ha una ambientazione simil Tomb Raider, con una resa visiva, onestamente, mai toccata prima da un prodotto in game.

Nel video vengono anticipate 2 caratteristiche del nuovo engine Epic, Nanite, che consente attraverso micropoligoni virtualizzati di gestire la geometria dell’immagine senza limiti strutturali ma tutto automatizzato con una sorta di valutazione e ottimizzazione dell’engine stesso senza la necessità di preoccuparsi di LOD o delll’applicazione manuale di normal maps.
Lumen, invece, introduce la Dynamic Global Illumination, la luce quindi seguirà tracciati e rimbalzi, il che sostanzialmente implica una prima implementazione del Ray Tracing su schede AMD.
La stessa sarà influenzata da riflessioni speculari anche in ambienti estremamente vasti o estremamente piccoli, consentendo agli sviluppatori una flessibilità mai sfiorata prima, oltre alla possibilità di modificare l’illuminazione della scena in tempo reale per ricevere riscontri precisi di quello che sarà la resa in game, senza utilizzare più lights maps.

L’uscita dell’Engine è prevista per i primi mesi del 2021 in preview e nel tardo 2021 l’uscita completa, con supporto a nuove architetture e console di ultima generazione.
Fornite a metà 2021 migrerà proprio sul nuovo Engine, tutti i progetti sviluppati su UE4 avranno questa possibilità.

Potrebbe interessarti

Iscriviti
Notificami
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Splintell
Splintell
9 mesi fa

Quindi abbiamo un altro modo per andare via software ad implementare l’RT senza scomodare Nvidia ed i suoi tensor core.
Inoltre se è una tecnologia adesso proprietaria di Epic, il che significa che forse EGS la smetterà di accarezzarci il portafoglio a suon di esclusive ed inizierà ad investire in titoli proprietari. Se queste sono le premesse, non vedo l’ora che sto 2020 passi in fretta!