Durante la GDC Intel annuncia la serie di schede video Xe-LP

by Paolo Esposito
0 comment 202 views

Durante la Game Developer Conference, Intel ha mostrato sul grande palco un teaser d’annuncio per la serie Xe-LP. Si tratta di un annuncio importante nel settore del gaming che porta il team blue in competizione diretta con AMD ed NVIDIA.

Proviamo di seguito ad analizzare quanto visto nel teaser.
Il video ci mostra, mediante una serie di inquadrature che si spostano tra primi piani e dettagli, il nuovo chip Intel XE-LP. A metà filmato il chip viene investito da un fascio di luce che porta ad espandere la materia in un blocco a 5 strati. Secondo la testata giornalistica VideoCardz, questo dettaglio indica che queste nuove schede video presenteranno 5 volte il numero di Execution Unit presenti nella serie DG1 che, ricordiamo ai nostri lettori, conta solamente su 96 EUs.
Se VideoCardz dovesse aver ragione, ci troveremo davanti ad una scheda che potrà contare su ben 480 EUs.

Il lancio dell’architettura Intel XE-HPG è previsto per fine 2021 e fino ad adesso Intel non ha rilasciato alcun dettaglio in merito a quelle che potrebbero essere le specifiche tecniche ma, nell’etere di internet, vi sono rumor che ci portano a pensare che la serie DG2 possa offrire tre differenti GPU con rispettivamente 512, 384 e 128 EU. Questi nuovissimi chip sembra che porteranno Intel a sfidare direttamente le top di gamma di Nvidia ed AMD.

Nel teaser inoltre è possibile notare, in basso a destra, il seguente codice binario: 00100011 10100000 11101101 11010000 che pare si riferisca all’IP 35.160.237.208 che a sua volta porta al sito web xehpg.intel.com.
Sorpresa sorpresa cliccando sullo stesso troviamo una landing page con un appuntamento, il 26 marzo alle ore 9 AM PST, data in cui le nuove GPU Intel potrebbero essere presentate per la prima volta.


Quale momento migliore per entrare a gamba tesa nel mercato GPU? Una eventuale buona disponibilità di prodotti abbinata a performance interessanti, senza necessità di essere stellari, potrebbe sconfiggere la diffidenza di molti verso un debutto in un mercato difficile come quello GPU.

L’effetto domino, poi, potrebbe consentire a Intel di acquisire il supporto da partner importanti quali Asus, Gigabyte, Msi, ecc.. e nel contempo stimolare Nvidia e AMD verso una disponibilità più consistente e un rispetto del mercato (almeno quello gaming) che, in molti aspetti, non stanno avendo.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti