Aumento della produzione per la serie Amd Radeon RX6000 in vista

by Patrick Grioni
0 comment 928 views 3 minuti lettura

In occasione della presentazione dei bilanci trimestrali, che vedono AMD svettare con un utile record di 555 milioni di dollari e una crescita del 243% rispetto al 2020, c’è stato spazio anche per parlare dell’attuale carenza di prodotti Gpu dedicati al mercato gaming: in funzione di una previsione di bilancio che vede le vendite di questi beni crescere significativamente, corrisponderà un deciso aumento delle capacità produttive.

We expect Radeon 6000 Series GPU sales to grow significantly over the coming quarters as we ramp production.

We see good customer ordering patterns and strong backlog. And then we have also seen that the supply chain has been tight overall for the semiconductor industry. And we’ve been working very closely with our supply chain partners. And so we also have good visibility to additional supply as we go throughout the year.

And whether you’re talking about consoles or you’re talking about PC gaming or you’re talking about the overall sort of gaming ecosystem, there’s a significant demand. And so we believe there’s strong demand, and we’re continuing to ramp supply to meet that.

Dr. Lisa Su, AMD CEO

Ci sono altre due dinamiche, però, da prendere in considerazione: molto presto verranno presentate le soluzioni mobile RX 6000M che ovviamente necessiteranno di volumi adeguati per non ripetere gli errori visti con RX 5000M (una serie che seppur estremamente convincente come performance, si è vista raramente su mobile), inoltre lato Desktop vedremo il debutto su RDNA2 di GPU decisamente più mass market come RX 6600 e RX 6500, che occuperanno una fascia di prezzo particolarmente allettante, anche in funzione al livello di prestazioni.

Quindi certamente la produzione dovrà essere ottimizzata e potenziata, ma non vorremmo che tale dichiarazione in realtà nasconda dinamiche di mercato che in realtà non agevoleranno più di tanto i prodotti che a noi più interessano.

Molti analisti stimano che le difficoltà persisteranno per tutto il 2021, fino a toccare il 2022, ovviamente sono previsioni abbastanza pessimistiche e che non tengono conto di diversi fattori, tra i primi cosa dissero a settembre 2020, con anticipazioni assolutamente inverosimili rispetto alle reali risultanze di mercato, quindi la strategia migliore, secondo noi, è l’informazione continua, come quella che umilmente cerchiamo di proporvi qui sul Vault.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti