Dying Light 2, svelata data di uscita e aperti i preorder

by Patrick Grioni
0 comment 428 views

L’atteso titolo, sviluppato da Techland, Dying Light 2, ha una data di uscita ufficiale, precisamente il 7 dicembre 2021: con l’annuncio in pompa magna degli stessi distributori polacchi si aprono, in contemporanea, i cancelli dei preorder che potete trovare QUI.

Saranno disponibili 3 versioni del gioco, Standard, Deluxe e, ovviamente, la più ambita Collector’s Edition, oltre a una Ultimate solo digitale: con tutti gli acquisti anticipati sarà incluso il Reload Pack con outfit esclusivi, un’arma e una skin dedicata.
A partire dalla Deluxe sarà compreso 1 DLC e diverse chicche quali Wallpaper, fumetto digitale, colonna sonora, artbook, skin leggendarie e talismani per l’arma: solo con Ultimate e Collector’s, un bonus di esperienza per i raid notturni e oggetti per la creazione, oltre che un secondo DLC inerente la storia e la lore del gioco.

Inoltre, per introdurre sapientemente alle vicende di questo secondo episodio, uscirà in contemporanea la versione Platinum del primo titolo, con tutti i DLC, disponibile su Steam, GOG, Microsoft Store: si tratta di un prodotto che dal 2015 (anno d’uscita) ha riscosso enorme successo, con un bacino d’utenza che man mano ha solcato le vie di Harran di ben 20 milioni di giocatori.

Le dinamiche Parkour miste all’horror, i differenti approcci tra giorno e notte (quando gli infetti lasciano i luoghi occupati durante le ore diurne), fazioni, amicizie, storia e ambiente che si plasmano dinamicamente a seconda delle vostre scelte, engine (C-Engine) proprietario e pensato per questo tipo di rappresentazione, insomma un pacchetto che sembra assolutamente ricco e ammiccante.

Ci si aspetta quindi un possibile aumento di 3 volte delle performance assolute, ma anche consumi che alzeranno l’asticella sia in classe media (300W) che in classe alta (400W): Nvidia, a quanto pare resterà sul monolitico con con Lovelace e AD102, che, sempre secondo alcuni Rumors dovrebbe essere dotata di 18432 Cuda Cores e 81 TFLOP di potenza (contro i 36 di RTX 3090), ma se la matematica non è un’opinione sono numeri non in grado di raggiungere il livello delle future proposte AMD.

Giocare la carta MCM, sfruttando l’esperienza Cpu, potrebbe essere stata una mossa vincente.

Se volete rimanere aggiornati sulle future novità riguardanti il mondo Pc sia esso Hardware o Gaming il Vault sarà sempre fecondo di articoli, se invece volte interagire anche con noi vi invitiamo a iscrivervi nel nostro gruppo Facebook.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti