Con l’uscita di Alder Lake primi modelli di DDR5, ma non saranno economiche.

by Patrick Grioni
0 comment 309 views

Alder Lake, la generazione 12 Intel, si appresta a fare il suo debutto durante gli ultimi mesi del 2021, con ottobre come miglior candidato per il rilscio: sarà supportato da tutta una nuova serie di chipset e mainborad in grado di accogliere il nuovo e duraturo Socket LGA1700, con le importanti aggiunte di Pci-e 5, ma anche DDR5.

C’è da dire che non saranno, quest’ultime, un requisito fondamentale e vincolo di piattaforma, poichè la serie 12a sarà comunque retrocompatibile (su alcune mainboard) con DDR4, e si potranno quindi utilizzare i moduli già in vostro possesso, dinamica che non accadrà, invece, con Raptor Lake.
Certo è palese come l’ecosistema sia stato pensato per DDR5 e quindi tali moduli saranno un’opzione nettamente preferibile.

Purtroppo i grandi nomi quali Samsung, Micron e Hynix, pur abbracciando la nuova piattaforma Intel, manterranno gran parte della produzione focalizzata su DDR4, almeno fino alla seconda metà del 2022, quando la domanda professionale, con le piattaforme Zen 4 e Granite Rapids (tutte DDR5) spingerà a un cambio di tendenza.

Cosa comporterà tutto questo? In soldoni ci si aspetta che i primi moduli consumer DDR5 (da 4800 fino a 6400 Mhz) potrebbero essere particolarmente onerosi per i consumatori, visto che la domanda, quasi sicuramente, supererà di gran lunga l’offerta.

Si perderebbe, quindi, a meno di un grosso sacrificio, uno dei cardini dell’offerta Alder Lake, che molti potrebbero abbinare di necessità alle attuali DDR4 per rendere l’upgrade economicamente interessante.

Vi invitiamo a seguirci anche sul nostro gruppo Facebook o Telegram.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti