FSR3 al debutto, primi test con Forspoken

by Patrick Grioni
0 comment 1,2K views

Ha debuttato oggi, il tanto atteso e chiacchierato Fidelity FX Super Resolution 3, per gli amici FSR3, annunciato quasi 1 anno fa da AMD come risposta a DLSS 3 di Nvidia, che ha spinto molto su tecniche di Frame Generation, ma in questo caso generalizzato a tutte le architetture e non limitato a quelle dotate di chip Optical Flow (RTX 4000).

Debutta su due titoli Forspoken e Immortals of Avenum, per poi essere espanso a Avatar Frontiers of Pandora, Cyberpunk 2077, Space Marine 2, Frostpunk 2 e Like a Dragon Infinite Wealth, solo per citarne alcuni.

Vengono consigliate per il suo corretto utilizzo almeno RX 6000 e successive da parte AMD così come dal campo opposto Nvidia si consiglia RTX 3000 e successive, mentre il supporto arriverà fino a RDNA 1, quindi RX 5700 et similia, così come RTX 2000.

Le architetture inferiori, invece, potranno comunque utilizzare le nuove tecniche di upscaling aggiornate nel pacchetto FSR3, quindi in questo caso possiamo scendere fino a Polaris, RX 500 e Pascal GTX 1000.

Discorso diverso per Anti-lag + per ora riservato alla sola serie 7000 di AMD.

Ma quindi cosa introduce, in sostanza questo pacchetto?
FSR 3 sfruttando i dati temporali presenti nel Framebuffer, così come succede con DLSS3, crea frame derivati dai date presenti nel frames precedenti, interpolando quindi una versione previsionale dello stesso, una tecnica che AMD chiama Fluid Motion Frames e che ha il compito, partendo da una buona base di frame come requisito fondamentale, di raddoppiare, a volte triplicare gli stessi.

Aggiunger un frame interpolato ha come conseguenza di aumentare la latenza, che dovrebbe essere, nelle intenzioni di AMD, mediato appunto da Anti Lag Plus.

Oltre a questo abbiamo una nuova tecnica chiamata Native AA, che usa l’upscaling per migliorare al massimo la qualità visiva, renderizzando la scena in nativa e portandola a risoluzioni superiori tramite algoritmi di upscaling, andando a simulare quello visto con Nvidia DLAA.


PRIMI TEST IN FORSPOKEN


Abbiamo effettuato dei test preliminari utilizzando il videogioco Forspoken, con la seguente configurazione:

  • Ryzen 7950x3D
  • Asus Rog Strix x670E-F
  • AMD RADEON RX 7900 XTX
  • Patriot Viper 6200 Mhz CL32 64Gb

A una risoluzione di 3440×1440 con GPU portata a un clock molto conservativo, Ray tracing abilitato e configurazione tutto su ultra abbiamo avuto un frame rate medio di soli 22-23 fps, una base quindi critica per FSR3.
Il frame rate sale a 35 fps impostando il nuovo algoritmo di Upscaling sul preset quality, mentre attivando FMF siamo passati a 67-75 fps.

Impostando invece la scheda a default, la base sale a 50 fps, che inizia a diventare interessante per questo tipo di tecnologie, mentre grazie a tecniche di upscaling e FMF si arriva a superare i 130 fps.

Da una prima analisi possiamo dedurre questo:

  • La sensazione è quella di un immagine più fluida pur mantenendo l’input lag di base
  • Nessuna degradazione dell’immagine
  • Nessun artefatto importante anche a FPS di partenza bassi

Togliendo Anti-lag +, invece, vi sono nettamente più problemi di risposta, da un primo contatto quello che appare è che il pacchetto Fidelity Fx Super Resolution sia valido quanto, o comunque molto vicino, a quello che si può ottenere con DLSS 3.

L’apertura alla fruizione dello stesso a RTX 3000, inoltre, consente di avere un incredibile valore aggiunto anche per gli utenti Nvidia e evidenzia come oggi RTX 4000, a meno di non considerare sua maestà RTX 4090, abbia perso uno dei suoi principali vantaggi in termini software e di marketing, anche se è presto per fare considerazioni più approfondite.

Tirando le somme, primo approccio positivo ma che merita, sicuramente, ulteriori analisi, che stiamo già sviluppando sia su Hw AMD che Nvidia, quindi restate sintonizzati sul Vault.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti