AMD RDNA4: il Ray Tracing guarda al futuro, ma solo il 18% dell’utenza lo ritiene fondamentale.

by Francesco Viscardi
0 comment 281 views

Secondo quanto affermato su X da Kepler_L2, l’hardware dedicato all’accelerazione del ray tracing delle future GPU Radeon con architettura RDNA 4 sarà completamente diverso da quello basato su Ray Accelerator delle Gpu RDNA3.
Purtroppo il noto leaker non ha rivelato altri dettagli in merito alla questione, ma è lecito sperare che la decisione di AMD di passare a una nuova tecnologia, se confermata, possa dipendere dalla volontà della compagnia di dare una marcia in più alle proprie GPU in un campo in cui si è sempre trovata in svantaggio rispetto a Nvidia.

A suggerire che AMD abbia in serbo novità importanti per le sue GPU dal punto di vista del ray tracing ci sono anche i rumor relativi alla tanto discussa uscita di PS5 PRO che, sfruttando alcuni interessanti elementi dell’architettura RDNA4, offrirebbe in questo specifico campo prestazioni fino a quattro volte superiori rispetto a quelle di PS5 standard. Di conseguenza possiamo aspettarci un notevole balzo in avanti anche dalle GPU Radeon di prossima generazione.

Bisogna considerare però un fattore, la GPU di PS5 pro passerà da 18 a 30 WGP, raddoppiando quindi di suo le capacità di calcolo.

Difficilmente, però, vedremo la nuova tecnologia per il ray tracing di AMD al massimo del suo potenziale, almeno per questa generazione. Secondo più voci, infatti, la compagnia avrebbe deciso di non competere con Nvidia nel campo delle soluzioni di fascia molto alta ed enthusiast per concentrare i propri sforzi nel segmento mainstream. Da qui la possibilità che la soluzione top di gamma delle nuove Radeon sia la RX 8800 XT, a quanto pare inferiore alla RX 7900 XTX in termini di puro rendering.

Secondo un recente sondaggio di Pc Games and Hardware solo il 18% dei giocatori ritiene le performance RT come fattore determinante per la scelta di una nuova GPU, mentre il 27% lo ritiene importante per la preferenza di un videogioco, numeri ancora non certo decisivi, se si considera che la componente raster viene ancora considerata preponderante per quasi il 40% dei votanti.


Passando alle performance RT interessante è un rapporto di Imagination Technologies nota per le sue soluzioni PowerVR un tempo presenti anche su Pc con le GPU Kiro I e II, poi uscite dal mercato a causa della mancanza di T&L (anche se fu in sviluppo una Kiro III mai uscita che lo includeva), in cui si stilano 5 livelli di supporto ai calcoli RT (in Vulkan 1.3).

Curiosamente appare RDNA 4 che viene classificata come Level 3, al pari di Ampere, ma dietro Ada e anche Intel Alchemist, quindi un indizio ulteriore del passaggio a qualcosa di diverso rispetto a RDNA 2 e 3, classificate come Level 2 (con solo Ray, Ray box, Tri tester in hardware), ma inferiore alle attuali proposte Nvidia e di conseguenza sotto le future RTX 5000.

Appassionati del Vault, non ci resta che attendere ulteriori indiscrezioni in merito a questi rumor apparsi in rete, che vi forniremo come sempre tempestivamente. Nel frattempo continuate a seguirci anche sulla nostra aggiornatissima Pagina Facebook.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti