Cpu News

Ryzen 4000, praticamente pronto per il mercato, ma l’uscita potrebbe non essere vicina.

Le dinamiche di mercato hanno spesso condizionato, a parti invertite, gli equilibri di forza tra i produttori di Cpu: Amd, oggi, si trova in una posizione che potremmo considerare di forza rispetto ad Intel.

Ryzen 4000 è stato annunciato per il 2020, esattamente per il Q4, cioè il periodo che va da ottobre a dicembre, il che conferisce una certa flessibilità e potenzialità per un lancio pilotato nel momento migliore: l’uscita di Ryzen 3000xt e la mancanza di concorrenza “pericolosa” portano a pensare a una strategia in grado di accontentare tutti.
Dal canto loro i produttori di mainboard lamentano una flessibilità forse eccessiva con le roadmaps, che vengono variate di continuo, tanto che alcuni hanno visto come gennaio 2021, il che non sarebbe inverosimile, un periodo plausibile per una effettiva disponibilità, con un lancio ovviamente sotto le effigi 2020.

Vermeer, ormai è noto, è già in fase B0, cioè praticamente pronto per la produzione di massa, che se iniziasse a luglio, per fare un esempio, vedrebbe la disponibilità sul mercato della serie 4000 ad agosto, quindi un vantaggio tattico non da poco, che consente già ora ad AMD di lavorare sul prossimo step evolutivo e programmare le sue mosse con estremo raziocinio.

La serie 4000 di suo introdurrà novità importanti con CCD che diventano monolitici, con cache L3 unificata e senza sostanzialmente divisione in CCX nel contesto MCM chiplet: un approccio che dovrebbe garantire un 15% di Ipc in più e una maggiore razionalità, almeno nel contesto singolo CCD (quindi tutti i processori fino a 8 cores) che sono poi quelli che, a livello gaming, sono più appetibili.

Potrebbe interessarti

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti