Test e confronti per la nuova RX 6600M

by Splintell
0 comment 474 views

Dopo aver avuto un assaggio della nuova lineup Radeon Mobile con la straordinaria RX 6800M intravista sul nuovo Asus Rog G15 Advantage Edition, arriva adesso direttamente da Videocardz una panoramica generale sul prodotto entry level delle GPU dedicate per il settore laptop.
Parliamo quindi della nuova RX 6600M, una scheda pensata per essere il primo step del mondo del gaming in mobilità di AMD: riuscirà quindi a soddisfare appieno i fatidici 60 fps – 1080p (nei giochi definiti tripla A)? Ma soprattutto, come se la cava nel confronto diretto con la rivale di Nvidia, la RTX 3060?

Queste sono le specifiche di una RX 6600M da 1792 Shaders

Vediamo adesso come se la cava nei confronti della diretta competitor, la RTX 3060, e la proposta immediatamente sotto, la RTX 3050ti.

Da queste prime 2 immagini possiamo anzitutto cominciare ad intravedere come la nuova RX 6600M si posizione quasi alla pari con la proposta di Nvidia, riuscendo a superarla in Fire Strike ma stando immediatamente sotto in Time Spy e Port Royal.
Più importante è il secondo grafico, che mostra gli andamenti prestazionali in base alle configurazioni TGP, che mostra anche come le 2 schede possano anche essere paragonabili fino al limite dei 100 Watt (massimo TGP per le RX 6600M) mentre la RTX 3060 stacca la concorrenza per la sua possibilità di arrivare fino ai 130 Watt ed oltre (con il dynamic boost).

Come si comporta in-game?

Sia in 1080p che in 1440p, la storia sembra essere sempre la stessa: nei tripla A la RTX 3060 è avanti per un range del 5-10%, disparità che viene colmata nei titoli competitivi (sembra addirittura che questo divario possa in qualche modo essere direttamente collegato alle DX12, ma non abbiamo altri dati per poter approfondire la questione) ed in generale nei giochi più datati. Come sempre, il divario maggiore lo si nota in quei giochi che sono stati sviluppati in partnership diretta l’azienda (questo vale sia per Nvidia quanto per AMD).
Siamo senza dubbio di fronte ad una svolta per il mondo laptop: quello che impropriamente viene chiamato 2K sembra essere in parte soddisfatto già in questa fascia di prezzo (anche se non ci è dato conoscere quelli che sono i settaggi grafici utilizzati per realizzare questi grafici), mentre non esistono ovviamente problemi per il Full HD (immaginiamo questo sia maxato ad ultra).

Piccola parentesi per i titoli in Ray Tracing, in cui la superiorità hardware delle RTX rimane ancora incontestabile dalle RX.
Stesso discorso vale per Il Mining con Ethash, ma questa volta il risultato inferiore gioca completamente a favore dei giocatori, in questo sembrerebbe che la nuova RX 6600M siano molto inefficace nel celebre algoritmo di mining della cryptovaluta.

La discriminante più importante, specialmente per questa categoria di prodotti, è il rapporto prezzo/prestazione.
Poichè le soluzioni Full AMD sono storicamente difficili da reperire non solo in Italia, ma in tutta Europa, il principale metro di paragone e giudizio ci manca ad oggi: possiamo sicuramente dire che si tratta di un’ottima alternativa che, al giusto prezzo, potrebbe diventare una scelta di prim’ordine per garantire ottime performance in 1080p

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti