Atomic Heart, Ray Tracing Benchmark

by Patrick Grioni
0 comment 234 views

Curiosa la storia di Atomic Heart: nato come benchmark degli effetti Ray Tracing e con una forte collaborazione con NVIDIA in una sorta di demo tecnologica del 2019, è uscito sul mercato con la sola, ma assolutamente apprezzabile, versione Raster.
Con l’update 1.14.4.0 è stata finalmente aggiunta anche la modalità Ray con un requisito sfidante, 12 GB di Vram, tagliando quindi fuori, teoricamente, ottime soluzioni come RTX 3080.

Il canale DSOGAMING ha proposto un interessante articolo con i primi benchmark, su RTX 4090, di questa nuova modalità.

Dai test si può notare come le performance vengano sostanzialmente dimezzate, non riuscendo a toccare in 4k la soglia minima dei 60 fps media, ma abilitando DLSS3 si riesce a passare a ben 93 fps risultando forse il setting ideale, su RTX 4090, per questo tipo di prodotto.
A corredo, John Papadopoulos, il ragazzo che gestisce DSOGAMING, ha prodotto anche un video compartivo delle differenze visive che si potranno apprezzare: nelle note dell’update non è specificato di che tipo di Ray Tracing si tratti, ma riprendendo la famosa demo del 2019 possiamo presumere che possa toccare shadow e reflections.

Nota curiosa dell’update, che risulta ancora in beta, è che selezionando una delle 3 modalità, verrà in automatico disabilitato FSR, inoltre il personaggio principale non avrà riflessi sulle superfici quali specchi.

**Requires a graphics card supporting DXR with at least 12 GB of memory for proper operation.
When these modes are activated, the enabled Fidelity FX Super Resolution setting is automatically disabled.
When this mode is enabled, the player’s character is not reflected in mirror surfaces.

Credits: dsogaming

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti