Valve annuncia Steam Cloud Play

I primi prezzi di B550 da Gigabyte
29 Maggio 2020
Nuovo Humble Bundle a tema Devolver Digital
29 Maggio 2020

Valve annuncia Steam Cloud Play

In questi ultimi mesi qualcosa si è mosso sul fronte Cloud Gaming, tra il lancio di GeForce NOW (4 febbraio 2020) ed il pacchetto STADIA Pro gratuito per 2 mesi garantito per i nuovi iscritti (promozione valida partita l’8 aprile e tuttora valida).

Notizia recentissima è che anche VALVE sembra essersi buttata nella bolgia del Cloud Gaming, ma lo avrebbe fatto nel più intelligente dei modi possibili (almeno per adesso), andando a “risolvere” quella che è la più grande critica mossa da tutti i giocatori nei confronti degli attuali player: perché devo ricomprare un gioco che già possiedo solo per poterlo lanciare in Cloud?

Steam Cloud Play è una nuova piattaforma , ancora in beta, che ha come primissima feature la possibilità di collegarsi con un account NVidia GeForce NOW già esistente.
Questo piccolo ma importantissimo dettaglio permette agli utenti di poter giocare la loro intera libreria Steam utilizzando i server Cloud di NVidia, andando quindi a risolvere contemporaneamente 2 enormi problemi:
1: La carenza attuale di titoli presenti nelle librerie offerte dai competitor.
2: L’ enorme risparmio da parte dell’utente, che adesso ha la possibilità di poter giocare a tutti i suoi titoli presenti nella Libreria Steam semplicemente andando a sottoscrivere l’abbonamento al servizio di NVidia GeForce NOW, senza più dover ricomprare ogni titolo al quale vorrebbe giocare in Cloud.

Non è tutt’oro quel che luccica però, perchè la Valve avrebbe deciso di lasciare agli sviluppatori l’onere di ottimizzare i giochi che loro (gli sviluppatori) avranno intenzione di rendere disponibili per il servizio di Cloud Gaming.

Questo punto (che potete leggere cliccando qui) è davvero cruciale per la buona riuscita del progetto Steam Cloud Play, perché significherebbe che a decidere quali e quanti giochi del vostro parco titoli saranno disponibili per il Cloud di NVidia saranno i publisher.
Valve ci tiene inoltre a farci sapere che lato Steam non cambierà assolutamente nulla in termini di prezzo finale: il costo del titolo rimarrà inalterato qualora venisse reso disponibile ed ottimizzato per il Cloud Gaming.

Questo potrebbe rappresentare il punto di svolta per il Cloud Game come lo conosciamo adesso: se tutti gli sviluppatori ed i publisher aderissero in massa al progetto Steam Cloud Game, ottimizzando gratuitamente il proprio parco titoli per il servizio GeForce NOW, questo renderebbe la piattaforma di NVidia non solo il servizio con la maggiore offerta possibile di titoli, ma anche la più economica e l’unica a permettere ai propri utenti di comprare un gioco una volta sola e di poterlo andare a riprodurre su qualunque dispositivo (che supporti GeForce NOW) avendo inoltre tutti i vantaggi di Steam ( liste amici, progressi, achievements, sconti, community, shop, ecc. ecc.).

Nell’attesa di ulteriori notizie e chiarimenti, non ci resta che continuare ad approfittare dei 2 mesi gratuiti offerti da STADIA per incominciare a verificare se le nostra linee permettano uno streaming dei giochi ad una qualità accettabile sia in termini di stabilità della connessione che di ping, prima di poter sperare di giocare la nostra amata libreria Steam da telefono.

Splintell
Splintell
Appassionato da sempre di videogiochi e tecnologia, riscopro da poco il piacere per la scrittura e la condivisione di idee e pensieri. Non ho la pretesa di essere un giornalista ma ho l'audacia per provare a trarre ispirazione dai migliori per poter portare un altra voce, quella del PC Gaming Vault, nel mondo del Gaming e dell'hardware.
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti