L’estetica di RX6000, AMD mostra un nuovo reference design.

Immagine termica di RTX 3080.
14 Settembre 2020
Microsoft: Xcloud finalmente disponibile
15 Settembre 2020

L’estetica di RX6000, AMD mostra un nuovo reference design.

AMD mostra per la prima volta Big Navi, l’architettura RDNA2 nella sua massima espressione, e ce la rivela con un anteprima della stessa, improvvisa, inaspettata: un reference design particolarmente aggressivo e accattivante.

Quello che possiamo considerare come certezze sono i due 8 Pins per l’alimentazione, che la porta ad avere un TDP massimo potenziale di 375W, e i 4 connettori, divisi in 2 DP (1.4), 1 HDMI (2.1) e un USB Type-C.

La stessa scheda, come evidenziato nel Tweet del gruppo ufficiale Radeon, si trova presente in forma digitale nella mappa di Fornite sviluppata da AMD stessa, alle coordinate 8651-9841-1639, quindi visibile da tutti i giocatori del titolo Epic.

Non ci sono ulteriori informazioni su performance o quant’altro, sicuramente prima del 28 ottobre, probabilmente già l’8 con la presentazione di Zen 3, potrebbero essere rivelati altri aspetti di RDNA2.

Quello che si ipotizza da tempo è una GPU da 505 mm2, il doppio esatto rispetto a RX 5700 XT, si moltiplicano anche le unità CU, cioè 80 in funzione di 40, bus a 512 bit su GDDR6 non X.
Efficienza migliorata del 50% (che è il target di ogni nuova serie Radeon) e introduzione di Ray Tracing e VRS, sul miglior processo produttivo TSMC 7nm EUV, che migliora sia densità che performance dei transistor.

Interessante la scelta di dotarla di ben 3 ventole, in un formato compatto che occupa 2 slot, ritornando all’impostazione che diedero a Radeon VII, lontana dai Blower che per molto tempo hanno accompagnato questo tipo di soluzioni.

Non immaginiamo cosa possano inventarsi nei vari custom design per ottenere ancora di più da una scheda che sembra decisamente promettente.

lordpkappa
lordpkappa
Appassionato di Pc Gaming fin dai primi 386 dove mi dilettavo a giocare al mitico Dune, per poi passare a 486 DX, il mio primo vero Pc non in prestito fu un Pentium 166 con una S3 virge. Di anni ne sono passati, la passione è rimasta la stessa. Ho scritto per carta stampata (Pc Zeta), per il web (Kataweb, Everyeye, Gamesurf), oggi amministro un gruppo di ragazzi motivati in un progetto in cui credo fermamente, Pc Gaming Vault.
Iscriviti
Notificami
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti