Hardware News

Agli ssd a volte piace cambiare

La maggior parte dei clienti e dei gamers solitamente acquistano i propri SSD basandosi unicamente sulle review o sui feedback che è possibile trovare online ma: è possibile che il prodotto di cui abbiamo letto possa risultare differente una volta arrivato nelle nostre mani?

Solitamente la risposta sarebbe no ma, recentemente, ciò è successo con alcuni SSD proposti da ADATA e da altri piccoli produttori.
A far luce sulla questione è stata Tom’s Hardware la quale ha notato che alcuni prodotti, nonostante riportassero stessa etichetta e stesso identico form factor, fossero differenti in prestazioni e durata. Si tratta di “aggiornamenti” silenti che hanno coinvolto numerosi ssd dove i produttori hanno cambiato tipologia di memoria usata e controller, optando per soluzioni talvolta più economiche.

Adata ha ammesso di aver effettivamente cambiato il controller presente sul modello XPG SX8200 Pro passando da un SMI SM2262ENG a un SMI SM2262G. Stando a quanto dichiarato dalla stessa compagnia non si tratterebbe di un “downgrade” in quanto ambedue i controller proposti offrono prestazioni molto simili tra di loro ma, nell’atto pratico, i numeri sembrano differire di molto rispetto a quanto dichiarato e promesso sulle pagine ufficiali a cui solitamente gli acquirenti fanno riferimento prima di procedere con il proprio acquisto.

Ciò che a molti fa rabbia è che tali “update” sono avvenuti nel buio più totale lasciando all’oscuro reviewer e clienti. Questi aggiornamenti oggi sembrano esser sempre più frequenti e invitiamo i nostri lettori a fare maggior attenzione.

Potrebbe interessarti

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti