The Last Of Us Parte 1 PC: grossi problemi di ottimizzazione.

by Patrick Grioni
1 comment 778 views

Per conto di Sony la Software House Iron Galaxy, già artefice della conversione disastrosa di Batman Arkham Knight, si è occupata del porting su Pc della versione rielaborata in chiave moderna di The Last Of Us, un’uscita particolarmente attesa e gradita alla platea che si diletta con mouse e tastiera.

Purtroppo, stando ai primi riscontri, qualcosa a livello di ottimizzazione deve essere andato storto, e per questo motivo consigliamo agli utenti del Vault di attendere le prime Patch per capire se qualcosa verrà fatto per rendere il prodotto più appetibile: nella vicenda di Arkham Knight, ricordiamo, si arrivò a togliere dallo store Valve il titolo per poi ripresentarlo molti mesi dopo in versione più accettabile, ma senza mai risolvere tutte le magagne.

Ricordiamo che tra gli studi che controlla Sony è presente pure Nixxes, che ha dimostrato capacità notevoli a livello di conversione di IP prima esclusive per console e portati su Pc con grande abilità e capacità, e onestamente ci chiediamo come un progetto tanto importante non sia stato affidato a loro.

Detto questo, le problematiche che più si manifestano, sono le seguenti:

  • Titolo eccessivamente CPU bound quasi a livello, ingiustificatamente, di un RTS
  • Eccessivo utilizzo di VRAM, con 8 GB alcuni utenti hanno dovuto usare un dettaglio minimo delle textures.
  • Fastidiosa fase iniziale di elaborazione degli Shaders, dai 40 minuti fino alle 2 ore, a seconda della configurazione.
  • Numerosi Crash
  • Continui caricamenti anche in game
  • Performance pessime in rapporto alla configurazione utilizzata.

Considerando il costo, di 59,99 euro e l’esperienza che rischiate di rovinarvi, non ci sembra proprio il caso di sperimentare e farsi venire il sangue amaro per un software in queste condizioni.
Iniziano, inoltre, ad arrivare i meme denigratori, tra chi lo sbeffeggia chiamandolo “The Crash Of Us” o chi punta il dito sull’utilizzo ram video indicandolo come “The Last VRAM“, insomma non il lancio che Sony si aspettava, senza contare le possibili richieste di rimborso che ormai molte piattaforme offrono.
Vi aggiorneremo se la situazione migliorasse, per ora è sicuramente da evitare.

Amici del Vault è tutto, vi ricordiamo che per restare aggiornati potete seguirci sul nostro gruppo Facebook, qua sotto nei commenti o sul nostro gruppo Telegram.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti