News Videogiochi

CD Project Red subisce un attacco informatico

Dopo il rilascio di Cyberpunk 2077, CD Projekt Red sembra non trovare pace. Tra il crollo delle azioni in borsa, la sfiducia da parte degli azionisti e le cause che l’hanno vista coinvolta nell’ultimo periodo, oggi si aggiunge anche un data breach di dimensioni colossali, effettuato da un gruppo di hacker.

Ad annunciare l’accaduto è la stessa CD Projekt che ha dichiarando, mediante una nota sui propri canali social, il fatto. Gli hacker sembrerebbe che siano entrati in possesso di dati importanti tra cui i source code di The Witcher 3, Cyberpunk 2077, Gwent e la versione non rilasciata e ancora non annunciata della “remastered” del terzo capitolo della saga di The Witcher.

Oltre ai source code gli hacker han rubato anche dati interni all’azienda tra cui dati amministrativi, degli HR e dei propri dipendenti, minacciando la software house polacca di rilasciare questi alla stampa specializzata.
L’attacco ha portato anche alla distruzione dei medesimi dati rubati all’interno del server al quale gli hacker avevano accesso.

Il gruppo che ha guidato l’attacco informatico chiede alla software house polacca, all’interno di una nota, di esser contatto entro 48h. CD Projekt cederà alle minacce? Questo è difficile da dire e aspettiamo maggiori notizie a riguardo.

Si tratta di un evento estremamente spiacevole. Noi della redazione di PC Gaming Vault esprimiamo la nostra totale vicinanza a una delle software house che, da videogiocatori, abbiamo avuto il piacere di amare e apprezzare in questi ultimi anni.

Potrebbe interessarti

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti