Escape From Naraka è il primo gioco ad utilizzare l’Ultra Quality Mode di Nvidia

by Zethras Gorgoth
0 comment 172 views

Di giochi basati sulle varie mitologie ce ne sono molti. Moltissimi, a dire il vero. Elencarli tutti farebbe allungare drasticamente questo articolo, ma i primi che vengono in mente in tal senso non possono non essere God of War in entrambe le sue iterazioni, Asura’s Wrath e Ookami. Quello che non era mai successo, almeno a memoria di chi scrive, è che venisse realizzato un titolo che si occupasse di trattare ed in qualche modo rendere centrale il panorama esotico e mistico dell’isola di Bali.

A questa mancanza hanno rimediato i ragazzi di Headup Game, realizzando Escape from Naraka, che per quanto il titolo possa portare a pensarlo, non è assolutamente imparentato col ben più famoso Escape from Tarkov. In realtà il titolo in questione ricorda molto più da vicino Dante’s Inferno.

La trama di questo platform action in prima persona, infatti, ruota attorno al protagonista che, per salvare la propria amata, si avventura in un altro regno, governato dalla potente regina demone Ragda. Durante la propria avventura, il nostro protagonista dovrà affrontare svariati livelli, nei quali verrà messo a dura prova, fra ostacoli e nemici che cercheranno di ucciderlo. Ma il focus di questo articolo non è il gioco in sé, quanto piuttosto una delle sue caratteristiche. Si, amici del Vault, perchè in qualche modo Escape from Naraka arriva a stabilire un record, a modo proprio.

Infatti, oltre a supportare il Ray Tracing, è anche il primo gioco a supportare il DLSS di Nvidia in modalità Ultra Quality. Più in particolare il gioco è “impostato” per supportare la versione 2.1.5.0 della tecnologia Nvidia, il che significa che la maggior parte dei giochi che utilizzano il DLSS 2.0 avranno modo di essere compatibili con questa nuova modalità, mentre tutti gli altri andranno aggiornati dagli sviluppatori, pena il non essere ovviamente in grado di usufruire dei benefici della modalità Ultra Quality.

Vale la pena sottolineare, comunque, che il Ray Tracing di questo titolo è utilizzato per le ombre, riflessi ed illuminazione globale, il che significa che sarà necessario possedere un pc piuttosto potente per essere in grado di farlo girare al massimo del dettaglio senza farsi mancare proprio niente. E voi l’avete provato? Cosa ne pensate di questo titolo? Fatecelo sapere nella sezione commenti qua sotto o sulla nostra pagina Facebook.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti