Annunciato il remake di Dead Space

by Zethras Gorgoth
1 comment 268 views

E’ ormai qualche anno che il medium videoludico sembra essersi adagiato sugli allori del passato. Non è un mistero per nessuno, infatti, che da qualche anno a questa parte le software house si siano in qualche modo concentrate maggiormente sulla realizzazione di remake e remaster, piuttosto che su nuovi episodi o addirittura nuove IP. Capcom, Naughty Dog e BioWare sono solo alcune delle case di sviluppo che hanno seguito questo trend, che non sembra in alcun modo volersi fermare. E, a giudicare da come stanno le cose, sembra che un nuovo titolo andrà ad aggiungersi in futuro al roster di giochi passati sotto un restyle più o meno radicale.

Solo un mese fa vi avevamo riportato di come, stando alle parole di Jeff Grubb, il remake di Dead Space sarebbe stato non soltanto in lavorazione, ma anche di come EA avesse in programma di presentarlo all’imminente EA Play Live, che si sarebbe tenuto il 22 Luglio di quest’anno, ovvero nella giornata odierna. Ebbene, amici del Vault, le parole del noto scrittore si sono rivelate veritiere e nel corso dell’evento è stato effettivamente mostrato un trailer. Ma andiamo con ordine.

Il trailer, di appena un minuto, mostra già dalle prime battute un’atmosfera cupa e carica d’ansia, che rende pienamente giustizia alle atmosfere di Dead Space per come l’abbiamo conosciute. Dopo una lenta dissolvenza a nero, il trailer ci presenta un’ambientazione che potrebbe risultare estremamente famigliare a chi dovesse aver giocato il gioco originale del 2008; si tratta, ovviamente, di uno dei corridoi della USG Ishimura, la nave che fa da ambientazione alla stragrande maggioranza degli eventi del gioco. L’inquadratura, con uno zoom lento, ci mostra non soltando quello che potrebbe essere il livello grafico del gioco, ma anche un’illuminazione palesemente rivista rispetto a quella del gioco originale. Il tutto mentre sullo schermo compare una chiara dicitura che avverte del fatto che, nonostante le immagini mostrate siano prese in-engine, esse rappresentano un prodotto non completo, lasciando quindi immaginare come la qualità che ci troviamo a contemplare potrebbe essere ulteriormente migliorata, con la release finale.

Dopo una breve carrellata, il trailer passa a mostrarci quella che molto verosimilmente è un’inquadratura in prima persona di Isaac, protagonista del gioco. Nel lungo momento che segue possiamo vedere l’inquadratura avvicinarsi lentamente ad un’area buia, nella quale è possibile notare degli sfarfallii di corrente. Rumori agghiaccianti accompagnano la carrellata, sulle note della macabra Twinkle Twinkle Little Star, e proprio grazie a questi sbalzi di luce abbiamo modo di notare qualcosa.

Vediamo infatti una creatura che, fino a quel momento, era presumibilmente impegnata a nutrirsi di uno dei tanti cadaveri che infestano la Ishimura. Sotto l’illuminazione instabile della stanza non riusciamo ad indentificarne con chiarezza la figura, ma quando l’essere si alza in piedi la sua sagoma diviene molto più chiara. Si tratta di uno Slasher, uno dei nemici base di Dead Space. Non ci viene dato modo, tuttavia, di capire se la creatura si sia accorta della presenza di Isaac o meno, perchè l’inquadratura cambia nuovamente, passando alla prossima scena con una dissolvenza a nero, mentre una colonna sonora cupa ed inquietante continua a fare da sfondo al trailer.

Veniamo quindi trasportati in quella che sembra essere una sala operatoria, o forse una stanza di manutenzione. Chinata su un tavolo da lavoro possiamo notare la figura di un uomo, che poco dopo inizia ad alzarsi lentamente, mentre possiamo notare come il R.I.G sulla sua tutta inizi ad illuminarsi, riempiendosi. Isaac è pronto all’azione, pronto a cercare un modo per poter lasciare la nave e scappare dall’orrore in cui si è ritrovato. Lo vediamo infine alzare la testa, e l’inquadratura cambia ancora una volta, mostrandoci ancora una volta. Su un muro notiamo una scritta fatta col sangue, che recita “Cut off their limbs”, tagliate i loro arti. Un avvertimento lasciato da uno dei poveri disgraziati della Ishimura su come sia possibile disfarsi della minaccia dei Necromorfi, che hanno ben presto invaso la nave spaziale.

L’ultima sequenza è, forse, quella che può fornirci maggiori indizi riguardo a ciò che ci troveremo davanti. Se da una parte possiamo vedere il logo del gioco, con il pianeta Aegis VII sullo sfondo, al quale successivamente andrà ad aggiungersi la USG Ishimura, sono le scritte a fondo schermo che possono dare un’idea del prodotto finale. La prima è che, come avevamo già anticipato nell’articolo precedente, il gioco sta venendo sviluppato dai ragazzi di Motive Studio, già responsabili in passato di due titoli della serie Star Wars, Battlefront e Squadron, mentre la distribuzione sarà ovviamente fatta da EA Games.

Parlando del team di sviluppo, possiamo supporre che i ragazzi di Motive Studio abbiano ben chiaro in mente cosa significhi sviluppare un titolo a tema spaziale, vista la loro esperienza passata, eppure non riusciamo a non domandarci se sia davvero la scelta più sensata, dal momento che la software house in questione non ha mai sviluppato un titolo horror, e viene quindi da domandarsi se sarà realmente in grado di rendere giustizia al titolo che fu di Visceral Games, sebbene le immagini a schermo sembrino suggerire di si.

Il secondo dettaglio che possiamo notare è invece il nome del Frostbite Engine in basso a sinistra, il che ci conferma come questo engine sarà l’impalcatura sulla quale verrà costruito l’intero apparato visivo di Dead Space. Sappiamo Motive Studio ha già utilizzato questo engine nello sviluppo di Star Wars Battlefront, ed è inoltre noto a tutti come versioni precedenti del Frostbite siano state utilizzate in Mass Effect Andromeda, Dragon Age Inquisition, Battlefield 4 e, più recentemente, anche FIFA 21, della stessa EA. Possiamo quindi aspettarci un gioco dalla resa grafica più che eccellente, se l’engine verrà gestito come si deve, soprattutto per quanto riguarda l’illuminazione, importantissima in un gioco come Dead Space. Attualmente, comunque, non è dato sapere quando il titolo uscirà, o perfino se possiamo aspettarcelo per quest’anno. I dettagli che ci sono stati forniti sono troppo pochi, ma per il momento basta sapere che il gioco è in lavorazione, e che prima o poi potremo metterci le mani sopra.

La domanda che viene da farsi, tuttavia, forse quella più importante, è però un’altra: il gioco subirà cambiamenti, siano essi aggiunte o tagli, nel corso del processo di rifacimento? Volendo pensare ad altri giochi dello stesso genere, i remake di Resident Evil 2 e Resident Evil 3 hanno ricevuto molte critiche proprio perchè non erano rifacimenti pedissequi delle controparti originali, eppure ultimamente sembra una tendenza piuttosto diffusa quella di aggiungere dettagli di trama o sezioni di gameplay ai titoli di questo tipo. Viene da pensare che in realtà va tutto bene, fintanto che si parla di aggiungere. Resta però da sperare che non venga tolto nulla, e che il gioco venga ripreso nella sua interezza, perchè altrimenti il rischio di snaturarne l’essenza sarebbe astronomico.

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nella sezione commenti, e se nel frattempo volete farvi venire l’acquolina in bocca vi lasciamo qui sotto il link del trailer. Gustatevelo, e poi tornate a dirci cosa ne pensate.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Michele
Michele
1 anno fa

Non vedo l’ora 🔥