MSI X570 Tomahawk Wi-Fi preview

La conferma che Ampere sarà basata sui 7nm TSMC
4 Maggio 2020
Hp lancia un nuovo monitor Gaming: Omen 27i
5 Maggio 2020

MSI X570 Tomahawk Wi-Fi preview

Anticipiamo in questo articolo una interessante proposta in ambito mainboard che ha un po’ tardato a presentarsi sul mercato, ma che compensa oggi con un prezzo e un’offerta decisamente allettanti.
Parliamo di X570 Tomahawk Wi-Fi che MSI si appresta a farci trovare nei nostri store preferiti (on-line, necessariamente, visto il periodo), scheda madre che sicuramente andrà a scombinare alcune logiche del mercato attuale in ambito chipset x570: il rapporto prezzo/qualità è, infatti, veramente interessante, andandosi a posizionare nella fascia $210 (in italia 220 Euro circa) dove difficilmente si intravedono proposte dallo stesso valore aggiunto.

Esteticamente, come potete notare, si presenta come un prodotto dalla concezione molto semplice riprendendo lo stile e il tema della classica tradizione TOMAHAWK di MSI.
La ventola, di generose dimensioni (per favorire la silenziosità) è ben integrata nel design, così come gli inserti atti a nascondere i dischi M2 che supporta, ovviamente, in modalità Pci-e 4.0.
La dissipazione della parte di alimentazione è assicurata da corposi blocchi lamellari neri, mentre la componente audio dotata di Realtek ALC1200 , come da consuetudine, risiede in un circuito ben isolato del pcb per evitare interferenze elettriche.
Come supporto non manca proprio nulla tra cui la LAN da 2,5 Gbit, 4 USB 3.2 Gen 2; Wi-Fi Intel 6 AX200 con Bluetooth 5.0, supporto a ram fino a 4600 mhz (in modalità Oc ovviamente, Ryzen 3xxx supporta ram fino a 3200 Mhz) ma se volete avere una panoramica più dettagliata delle specifiche complete potete cliccare qui.

La parte che, però, ci interessa maggiormente esaminare, e che negli ultimi anni ha costituito un campo sempre più qualificante a livello mainboard, sono la configurazione dei VRM, cosi da poter valutare se veramente a 200 euro si tratta di un prodotto in grado di competere con Aorus Elite e Asus TUF Gaming che stazionano nella stessa fascia di prezzo.

Nella X570 Tomahawk troviamo, infatti, il controller ISL69247, con 12 fasi totali per il VCore che costituiscono 6 fasi parallele sdoppiate dai doubler ISL6617 + 2 fasi reali per il VSoc, quindi in totale abbiamo 8 fasi reali ovvero VCore 6 + VSoc 2. Queste 12 fasi si collegano ai Mosfet ISL99360 da 60 Ampere, che sono in grado di reggere senza problemi qualsiasi Cpu Amd di nuova generazione anche con setting di Overclock decisamente spinti.

Oltre a questo andiamo ad esaminare anche l’efficienza dei Mosfets ISL99360, per 1.2Volt con frequenza di commutazione della CPU di 500KHz, prendendo in considerazione un assorbimento di 200A (che sarebbe la potenza di un 3950X per intenderci) emette 17 Watt di calore disperso, veramente valori eccellenti e tra i migliori della categoria.
Se portiamo l’assorbimento a 150A (3900x) abbiamo 12W di calore disperso, e per 100A solo 11W di calore disperso.

A ulteriore riprova della cura con cui MSI ha pensato questa soluzione segnaliamo che i MOSFET sono dotati di monitoraggio della temperatura e della corrente, abbinati ai corposi dissipatori dei VRM abbiamo una risultante veramente eccellete, che sicuramente sarà indice di un elevato potenziale di durata.

Considerazioni


Msi x570 Tomahawk, probabilmente, sarà una delle schede madri più competitive sul mercato, nella fascia di prezzo 200/250 Euro scontrandosi con Aours Elite e Asus TUF come abbiamo più volte ribabdito, con caratteristiche che forse la rendono candidabile verso classi più alte della geografia X570.

Si prospetta, quindi, un’ambivalenza curiosa: con la prossima uscita di B550 che conferma il supporto a Pci-e 4.0 (cosa non del tutto scontata, visto che prima si pensava a un refresh di B450) soluzioni del genere nel panorama X570 forse anticipano la necessità di una maggiore qualità dell’offerta Mid Level e un mercato che potrebbe farsi affollato sia con una interessante, per i consumatori, guerra dei prezzi che, come in questo caso, con un elogio alla qualità stessa.

Ricordiamo che lo stesso B550 dovrebbe debuttare con prezzi similari a quelli dell’attuale offerta B450, sdoganando de facto Pci-e 4.0 per un numero di utenti decisamente più elevato.

Tornando a Tomahawk X570, come avete avuto modo di leggere in questa anticipazione tecnica, ci sono delle eccellenti premesse che dovranno essere, però, confermate anche da una più accurata valutazione empirica.

Dal Vault è tutto, alla prossima.

Igor Stoilov
Igor Stoilov
Mi chiamo Igor, sono appassionato del Gaming da quando ero bambino, passavo la maggior parte delle giornate nelle sale LAN dove giocavo dato che non avevo il PC a casa, fino al 2002 almeno che a casa finalmente arrivò il mio primo PC (Intel Pentium), da allora fino ad oggi ho sempre giocato al PC. Personalmente mi occupo più del lato Hardware, ovvero Assemblaggi e Test dei vari componenti, sono fanatico del Cable Managment!!!
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti