Iron Man, cuore d’armatura.

by Patrick Grioni
11 comments 3k views

Il successo dei personaggi Marvel, sia a livello di grande schermo, sia come figure portanti e iconiche di videogiochi di successo, è una evidenza incontrastabile.
A livello puramente artistico e ludico offrono un interessante equilibrio di umanità ed eroismo, antropizzando certe situazioni e avvicinandole al vissuto quotidiano, che ci vede specchio dei nostri piccoli atti di quotidiana epicità.

Tony Stark è la figura che Stan Lee ideò nel 1963 come supporto ad Iron Man, un consueto binomio tra vita “quasi” normale di un miliardario ingegnoso e rapace e la sua armatura tecnologica, un ritrovato meccanico che gli consente di divergere dal suo status, per emergere, nel gioco delle parti, come icona non sempre immacolata del panorama Marvel.

Opus Magnum

Ispirato, quindi, dal fascino di un dualismo, Stefano Sciarpelletti, in arte SAmod, ha elaborato un progetto per rendere omaggio e onore a un personaggio che ritiene meritevole di una espressione artistica focalizzata a catturarne l’anima, a raccontare una storia, a rendere visivamente e staticamente, un’atmosfera.

Partendo, quindi, da una base solida, quale il Noua Vision Z2 e attraverso un attento lavoro di progettazione sia delle parti interne che esterne che ha richiesto un mese di lavoro e circa 25-30 ore di lavorato, ha iniziato prendere forma l’idea: come rendere quindi le forme industriali della fotografia dei film di Tony Shark?

La configurazione è di pregio:

CpuI5 9600K
Mainboard Z390-E Asus Rog Strix Gaming
Ram32 Gb DDR4 3000 Mhz Dragonheart Rgb S3+
GpuRX 5700 XT TUF
AlimentatoreDeepcool DQ650M Full Modular Gamer Storm
ArchiviazioneM2 512 Gb Dragonheart s3+

Anche internamente, il progetto di custimizzazione con raffreddamento a liquido ha richiesto studio e dedizione, nella scelta dei colori e del liquido che avrebbe acceso il flusso dei tubi rigidi da 16mm, del radiatore, un Alphacool NexXxoS XT45 Full Copper 360mm (con 3 ventole Noua Skiron 3 black 1200 rpm) e dei relativi raccordi eiszapfen pro deep black.

Il risultato è importante, sia come armonizzazione delle parti, così come in ambito geometrico, risultando perfettamente equilibrato nelle proporzioni, con linee semplici e ordinate, limitando al massimo la visibilità dei tubi stessi il tutto coadiuvato dai cavi sleeve personalizzati forniti da Hardwire custom cable maker .

Il lavoro sul Plexiglass dello Sciarpelletti non ha lesinato in primizie: la tanica con il viso/casco armatura è stata completamente progettata e tagliata al laser e inserita sapientemente all’interno del giusto contesto, la paratia destra trattata con inserti appositamente adattati da 4mm per permettere alla luce di pulsare vividamente, ma allo stesso tempo non consentire di far intravedere il sottostante, la parte frontale anch’essa curata nei suoi scartamenti e con un Core luminoso incastonato: anche l’alimentatore Deepcool è stato coperto da una cover anch’essa personalizzata.

Completa questo edificante quadro la verniciatura metallizzata e lucido 2k sia per le parti in Plexiglass che quelle in alluminio: la GPU, RX 5700 XT è stata trattata sia nella colorazione sia nella customizzazione delle ventole in tema Avengers.

Terminata la descrizione più tecnica, è tempo per SAmod, di procedere alla parte forse più emozionante, un calo del sipario virtuale, un traguardo costato un mese di lavoro, l’accensione della Mod Iron Man:

Risultato che definiremo poderoso, premendo il pulsate power il computer prende vita non solo nell’hardware, ma si anima un’atmosfera che ci riporta direttamente a quel contesto industriale del quale la filmografia delle vicende dello Stark è ricolma.

Iron Man è vivo, Iron Man ci osserva con quegli occhi illuminati dentro la trasparenza di una finestra su un mondo, pulsa da quel cuore che rende la sua serigrafia col buio ancor più imponente e disarmante.

Nulla è lasciato al caso, dalle forme, ai colori che sono omogenei su tutti i componenti restituendo quel piacevole senso di continuità, una logica che SAmod ha cercato di interpretare, riuscendo a realizzare un concentrato di dettagli, dalla firma illuminata di Tony Stark stesso, all’armonia di una facciata dove troneggia la scritta Stark Industries, alla posa verticale della Gpu per consentire una maggiore vivacità cromatica.

Un’opera, insomma, artisticamente, secondo noi, riuscita, che dimostra ancora una volta, se vi fosse ulteriore necessità, come questo tipo di progetti siano capaci di trasmettere quelle che noi chiamiamo emozioni.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
11 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Sa mod
Sa mod
2 anni fa

Grazie ragazzi

Enrico
Enrico
Rispondi a  Sa mod
11 mesi fa

Bellissimo! È in vendita?

Samod
Samod
Rispondi a  Enrico
11 mesi fa

Ciao si replicabile puo mandarci un email a info@italianextrememodders.com

Nizar
Nizar
2 anni fa

Molto molto bello, ma vedendolo così bello pensavo contenesse un processore poco più potente, ad esempio i7, o anche i9, ma anche così è una BOMBA!

Splintell
Autore
2 anni fa

Siamo di fronte ad uno spettacolo unico. La chicca del waterblock (che a me ricorda molto quel “coso” che usa nel secondo film che crearsi un nuovo elemento per il suo reattore ark da petto), il tank del liquido a forma di elmo, lo stesso reattore sul frontale del case…
Semplicemente stupendo!

Sa mod
Sa mod
Rispondi a  Splintell
2 anni fa

Grazie