Noctua NH-D12L Chromax Black review

by Patrick Grioni
0 comment 4,5K views

NH-D12L è già stato trattato dal nostro portale in questa recensione risultando una soluzione di assoluto pregio e in grado di offrire performance di tutto rispetto in un design compatto, con un altezza di soli 14,5 cm e una compatibilità praticamente assoluta con tutto lo scibile hardware.

La sola ventola di cui è stato dotato, da 120 mm NF-A12x25r, in un design asimmetrico e dalle finiture di pregio, consentono allo stesso di diventare un temibile concorrente anche di soluzioni AIO di buon livello da 240 mm e un sostanziale upgrade dei dissipatori di serie forniti da Intel e AMD (come era comunque ovvio).

In questa interpretazione Noctua andrà a toccare sostanzialmente solo l’estetica, con una colorazione nera in grado di convincere anche gli scettici a cui il marroncino non è mai andato a genio, adattandosi a build moderne in maniera perfetta.
In verità in bundle troveremo una piacevole novità, la possibilità su AMD AM4 e 5 di scegliere il così detto montaggio offset, in grado di “seguire” i cores cpu meglio e offrire alcuni vantaggi termici.

Il resto resta assolutamente invariato, troveremo la stessa pasta termica NT-H1 (la nostra review delle differenze con la 2 qui), le stesse 5 heatpipe, la stessa compattezza incredibile per quello che sa offrire, la stessa compatibilità.

Nonostante questo, abbiamo deciso di imbastire una nuova piattaforma di test e riprovare la validità di NH-D12L contro un dissipatore stock, un dissipatore ad aria di medio livello come Antec A400I (che riesce a pareggiare un Artic 34 Esport) e il 240 di Gelid che ci sorprese per la sua validità.

Vediamo com’è andata.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti