L’adattamento videoludico di “A Quiet Place” si farà

by Zethras Gorgoth
1 comment 495 views

Sappiamo tutti che i film tratti da videogiochi sono -quasi- sempre un disastro annunciato. Ne sanno qualcosa i fan di Resident Evil, così come quelli di Silent Hill, Prince of Persia, Mortal Kombat e molti altri, ma anche avendo questa consapevolezza stampata nel cervello c’è una domanda che vale la pena porsi: cosa succederebbe se si facesse il contrario? Anche a questa domanda ci sono invero delle risposte, che possono trovare un riscontro in prodotti come Marvel Avengers, Spider-Man (sia nella sua recente iterazione ad opera di Insomniac Games che in quelle uscite negli anni passati), Batman Arkham e altri. In quest’ultimo caso c’è da dire che i risultati sono decisamente più incoraggianti, e forse è proprio questa la scintilla che ha acceso l’idea di fare questo esperimento ancora una volta. Protagonisti di questa nuova realtà sono i ragazzi di iLLOGIKA, uno studio canadese con sede a Montreal, supportati da EP1TOME che starebbero realizzando l’adattamento videoludico della fortunata serie di film A Quiet Place, il quale verrebbe prodotto da Saber Interactive.

Per chi non conosce l’incipit dei due film, si tratta di horror ambientati in un futuro post apocalittico, nel quale la terra è stata completamente invasa da mostri terrificanti, in grado di scovare e uccidere le persone tramite il loro affinatissimo senso dell’udito. Questo ha ovviamente costretto gli esseri umani ad una vita di reclusione, basata sul concetto che fare anche il più piccolo rumore equivale a farsi ammazzare nei modi più orribili. Un’umanità richiusa quindi nel silenzio, attanagliata dalla paura. Con questo incipit, non è difficile immaginare come sia possibile realizzare un ottimo titolo horror, e per i più smaliziati ci sono anche diversi indizi che possono aiutare a capire che genere di gioco ci troveremo tra le mani quando il gioco completo sarà nostro.

E’ facile aspettarsi un titolo dalla forte componente psicologica, con una marcatissima componente stealth e di sopravvivenza, in un modo che fa venire in mente titoli altamente blasonati come Outlast, Amnesia o Alien Isolation. Ciò che viene facile immaginare è un titolo molto probabilmente in prima persona, nel quale lo scopo non sarà tanto quello di affrontare le creature, per quanto è plausibile la presenza di armi, ma piuttosto scappare da esse verso il prossimo luogo sicuro. Un titolo, quindi, che punterà sull’enfatizzare la minaccia rappresentata dai mostri e che verosimilmente metterà un forte accento sulla necessità di essere silenziosi. Possiamo inoltre supporre, in base a ciò che è possibile sapere dai film, che potrebbe trattarsi di un titolo open map, nel quale il raggiungimento delle varie location potrebbe risultare una componente centrale del gioco. Ma, naturalmente, sono solamente speculazioni e teorie che non hanno alcuna base concreta, perciò vi invitiamo a non prenderle per veritiere.

Quel che è certo è che l’attesa potrebbe non essere particolarmente lunga, in quanto è apparsa una notizia sul profilo Twitter di Saber Interactive, tramite il quale ci viene fatto sapere che il videogioco ufficiale di A Quiet Place vedrà la luce nel corso del 2022, rimarcandone peraltro la natura survival e l’importanza della storia. Possiamo quindi aspettarci un gioco story driven? Difficile dirlo. Quel che è certo è che la data di uscita è comunque piuttosto generica, e potrebbe anche significare che dovremo aspettare un anno intero prima di vedere il titolo completo. Non ci resta che aspettare ulteriori notizie da parte degli sviluppatori.

E voi cosa ne pensate? Cosa vi aspettate da questo tie-in? Vi interessa la possibilità di trovarvi in un mondo in cui mostri terrificanti infestano ogni luogo, in cui perfino il più piccolo rumore può risultare mortale? Come sempre fatecelo sapere nella sezione commenti e discutiamone insieme!

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Patrick Grioni
Amministratore
11 mesi fa

Mamma mia, terrificante in tutti i sensi…