Crucible review: gli Eroi secondo Amazon

Intervista con il Modder: SAMod, estetica espressiva.
26 Maggio 2020
Amd Ryzen XT, primi score su 3Dmark
27 Maggio 2020

Crucible review: gli Eroi secondo Amazon

Amazon Games Studios e Rentless Games cercano di cavalcare l’onda dei giochi con Eroi, questa volta con un loro titolo AAA e con tanta voglia di mettersi in gioco; basteranno questi presupposti per sfornare un gioco che la gente possa ricordare? Vediamolo insieme nella nostra Review.

Crucible, che cosa sei?

Crucible è un Tps ad eroi con meccaniche sia PvP che PvE nella stessa partita; prendendo da The Cycle, esclusiva EGS, molte meccaniche e cercando di crearsi una propria identità, riuscendoci solo in parte. Il titolo è solamente multiplayer senza una vera e propria narrazione; gli unici sprazzi di storia si possono trovare nelle biografie dei 10 personaggi giocabili.
Crucible si dimostra sin dai primi momenti un’esperienza godibile ma che non riesce a dimostrare il suo valore cadendo, nella maggior parte dei casi, in un prodotto “generico” che da l’impressione di una tempesta di idee ma senza un filo logico.

Ehi, ci siamo già incontrati?

Come detto in precedenza, Crucible appare come un prodotto appena sopra la sufficienza, con una discreta base; un compitino ben realizzato ma con poca anima.
Attualmente il gioco offre 3 modalità.

  • Cuore dell’ Alveare: 2 squadre da 4 giocatori si contendono i cuori dell’alveare, un enorme creatura che comparirà ogni 3 minuti circa sulla mappa, che deve essere sconfitto per poter ottenere il premio; raggiunti i 3 cuori si vince la partita. Una modalità che fa del gioco di squadra il suo punto forte; dovrete gestire molto bene il vostro team per sconfiggere gli avversari e per non essere divorati dalle creature della mappa.
  • Controllo dei Mietitori: 2 squadre da 8 giocatori che si combattono per ottenere il controllo di uno dei punti sulla mappa; più punti si controllano e più in fretta si vincerà la partita.
  • Cacciatori Alfa: Forse la modalità che a noi è piaciuta di più. 8 team da 2 giocatori si sfideranno all’ultimo sangue per raggiungere la vetta e arrivare al primo posto (modalità che porta con sè meccaniche da Battle Royale).

Le modalità hanno un obiettivo diverso ma lo stesso Modus Operandi. In tutti e 3 i casi dovrete scegliere un punto dove atterrare, partirete a livello uno e dovrete macinare le creature della mappa (e i giocatori avversari) per poter aumentare di livello e ottenere abilità passive aggiuntive per poter competere contro i player nemici.

Fase iniziale del gioco dove dovremo decidere in che zona della mappa partire.


Alveare è sicuramente la modalità iconica del titolo, che più ci ha incuriositi sin dai primi trailer che però, pad alla mano, si dimostra una modalità ispirata ad altri titoli del genere e con poche idee originali. Rentless Games, secondo noi, poteva osare di più e curare un pò di più queste 3 modalità che, per quanto inizialmente siano divertenti, tendono a cadere nel monotono dopo qualche ora.

Personaggi e abilità

I personaggi attualmente disponibili sono 10, ognuno con le proprie abilità, con la propria storia e con uno Skill Tree inedito. Gli eroi di Crucible sono di vario genere, da supporti che curano e generano scudi, a cecchini che fanno del “colpo alla testa” il loro punto di forza.
Ogni personaggio inoltre, può accedere ad un piccolo albero delle abilità, modificabile leggermente in gioco e dal menù, che darà loro dei potenziamenti passivi per poter sopravvivere nella landa.
Per accedere a questi potenziamenti dovremo, una volta in gioco, uccidere creature, giocatori e conquistare delle strutture che ci garantiranno dell’essenza, con conseguente aumento di livello.


La narrazione è ai minimi storici, gli unici sprazzi di storia li avremo nelle biografie dei vari campioni che, aumentando di livello, ci sbloccheranno delle citazioni e alcune curiosità della loro vita prima di diventare dei veri e propri lottatori assetati di sangue.
Il gameplay è tutto sommato ben realizzato, dinamico e divertente. I campioni hanno 5 abilità, 1 di movimento (scatto, teletrasporto, ecc…) e le altre 4 principalmente d’attacco, ma dipende dal tipo di campione che sceglierete. Il gameplay ha un ottimo feedback, il tutto accompagnato da un Hud ben realizzata e mai troppo invasiva. In game si possono comprare solo skin e oggetti cosmetici, esclusivamente con moneta premium, acquistabile in Euro.

Il bilanciamento del gioco, secondo noi, è completamente da rivedere; ci sono eroi che hanno, nel proprio kit, ogni tipo di abilità (scudi, scatti, stunn) ed altri che non hanno assolutamente niente e che avrebbero bisogno di una bella revisione. Speriamo di poter vedere dei bilanciamenti corretti in futuro.

Comparto tecnico

Crucible è mosso dal Lumberyard Engine, il motore grafico ufficiale di amazon che, in questo caso, non è stato usato proprio al meglio; la maggior parte delle textures appaiono spoglie e poco curate, sia sui modelli dei campioni sia sul terreno. Il frame rate è ballerino, con cali drastici durante le azioni più concitate, anche su hardware performante. Nonostante questi problemi, alcuni scorci regalano un ottimo colpo d’occhio che però, viene rovinato da alcune animazioni bloccate a 30 Fps; tuttavia nel complesso è un prodotto godibile che, ancora una volta, mostra una base discreta, rovinata da una mancanza di idee concrete.

Anche qui Crucible si dimostra capace di svolgere il compitino per andare oltre la sufficienza ma senza eccellere più di tanto.

Conclusioni

PROCONTRO
Tecnicamente solidoRipetitività
Buone basiBilanciamento
Numero e qualità modalità

Amazon Games Studios e Rentless Games non hanno premuto abbastanza sull’acceleratore, sfornando un prodotto mediocre che non eccelle in nessun campo. La mancanza di modalità inedite e originali e di un bilanciamento da rivedere, porta Crucible a superare a malapena la sufficienza rischiando di cadere nel dimenticatoio molto in fretta. La formula F2P e l’impegno in un ottimo supporto post lancio, sono le uniche cose capaci di risollevare le sorti di un titolo che, nonostante le basi discretamente solide, cade facilmente sotto i colpi della monotonia. Nonostante tutti i problemi, a noi il gioco è sembrato discreto e capace di intrattenere per qualche ora (ma solo se giocato con amici). Speriamo di vedere passi in avanti per i prossimi update.
Vi ricordiamo che Crucible può essere scaricato gratuitamente da Steam, per un peso complessivo di 16 Gb.

Lollo
Lollo
Ciao a tutti, mi chiamo Lorenzo e sono appassionato di videogame da quando avevo 3 anni, con la mia prima console, la Playstation 1. Gioco a svariati generi videoludici, anche se prediligo gli Fps. Amo il gioco competitivo e mi alleno costantemente per migliorare, ma sono sempre disposto a prendermi una pausa e vivere delle fantastiche storie con giochi single player. Tra i miei giochi preferiti abbiamo: La saga di Halo (il 3 per la precisione), Monkey island, Vanquish, la saga di Red Faction (guerrilla in particolare), la saga di bioshock (in particolare il primo). Bhè, che dire... questo sono io. Vi auguro buona permanenza nel nostro vault!
Iscriviti
Notificami
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
lordpkappa
Amministratore
3 mesi fa

Speriamo migliorino con lo sviluppo, in questo momento è ben poco appetibile.