Nuovi test su Intel i9 13900K

by Splintell
0 comment 156 views

Neanche il tempo di abituarci alla nuova architettura ibrida introdotta con la fortunata serie 12th di Intel abbiamo avuto; Raptop Lake scalpita e non vede l’ora di investire il mercato per riprendersi la corona di leader del settore CPU consumer.

Continua così il trend molto positivo con un’incremento sostanzioso di performance e numeri sempre più alti sia in scheda tecnica che sui benchmark sintetici (sia ufficiali che eseguiti da indipendenti), nell’ordine del 10% tra una generazione passata e quella in arrivo: fanalino di coda (per adesso) le CPU AMD che semplicemente non riescono a tenere il passo con il core count delle soluzioni ibride ma soprattutto con le frequenze da capogiro che sarebbero in grado di sostenere.

Da constatare naturalmente che AMD continua ad avere dalla sua parte l’efficienza energetica e termica (se confrontato con la attuale serie 12th) e la versatilità della propria GPU integrata; consideriamo inoltre che i paragoni sono stato effettuati rispetto alle varie fasce di Ryzen 5000 su architettura Zen 3, una soluzione oramai di quasi 2 anni fa ma pronta per essere sostituita con i nuovi Ryzen 7000 in arrivo in autunno di quest’anno (geopoliticamente permettendo).

Ciò che possiamo dire è che Intel sembra intenzionata a mantenere salda la sua ritrovata posizione di re delle prestazioni (quantomeno in ambito gaming e semiprofessionale) continuando a mostrare al mondo, anche tramite canali non ufficiali, il suo prodotto di punta.

24 core (8 P + 16 E), 32 Threads e ben 5.8 GHz di Boost in Single Core.

C’è da ammettere che si tratta di un ottimo biglietto da visita; vedremo se AMD riuscirà a competere ad armi pari anche contro la seconda generazione di CPU Ibride di Intel.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti