Watch Dogs: Legion Preview

RTX 2080 e 2070 non verranno più prodotte.
13 Luglio 2020
Far Cry 6 annunciato ufficialmente.
13 Luglio 2020

Watch Dogs: Legion Preview

La serie Watch Dogs ha sempre cercato, nel catalogo Ubi-soft, e in generale a livello di Open World, di ritagliarsi un suo spazio prima tecnologico, con un primo capitolo frutto dello scandalo di un evidente downgrade, e successivamente contenutistico, con l’introduzione del gruppo di Hacker Dedsec nel secondo, e più convincente, atto.

Legion rappresenterà, probabilmente, un inno di consacrazione o l’oblio definitivo del marchio: uscirà il 29 ottobre e nell’evento Ubisoft Forward abbiamo acquisito nuove informazioni e dettagli a riguardo.

L’ambientazione sarà una Londra futuristica, automatizzata, tecnologicamente sicura, ma oppressa: una serie di attentati attribuiti al gruppo Dedsec stesso ne ha provocato una sorta di commissariamento sotto l’egida di una società privata, tale Albion, alla quale la politica inglese ha deciso di affidarsi per ristabilire l’ordine.

In quest’ambientazione, decisamente affascinante, dovremo costituire la nostra Legion, la nostra rivoluzione per smascherare le vere forze dietro gli attentati e fungere da mezzo di purificazione di verità ormai filtrate dal potere dell’oppressione.

Quello che sembra essere assolutamente inedito e vera scommessa di Ubi-soft per dare un tratto distintivo al marchio Watch Dogs, sarà la modalità di interazione: clamorosamente in Legion non esistono personaggi che hanno il ruolo di protagonisti, ma sarà la stessa società Dedsec a rappresentare l’insieme, il fulcro, l’involucro narrativo.

Ogni NPC sarà, infatti reclutabile per la causa, e a seconda della missione avremo diversi approcci dove la discriminante sarà chi decideremo di utilizzare: questo apre prospettive infinite che ricordano un po’ le alternative, ma ulteriormente ampliate, viste in un Hitman, o la pianificazione di un Deus Ex.

Ovviamente una interazione del genere presuppone un lavoro enorme di caratterizzazione delle figure non giocanti (o potenzialmente giocanti) che assumono un livello diverso da tutte le altre produzioni in un insieme generale che se realmente funzionerà bene come speriamo, siamo fiduciosi possa creare un importante precedente.

La profilazione poi, che nei precedenti capitoli è stata usata pochissimo e solo per creare l’illusione di una città connessa, in questo caso potrebbe veramente diventare un elemento fondamentale per ricercare le figura che meglio si adattano alla situazione da affrontare, dando vita anche a interessanti fasi di sperimentazione.

Avremo quindi una sorta di squadra duttile, richiamando le varie professionalità distintive impersonando di volta in volta figure differenti anche nella modalità di gioco: ogni NPC sarà personalizzabile nell’aspetto con la solita diversificazione, già sperimentata negli altri capitoli della serie, di attività e abbigliamento, utile a creare quell’illusione di interazione in un mondo vivo, tipica dei migliori Open World.

Presentazione modalità gioco NPC

Non mancheranno, ovviamente, le capacità di Hacking già viste nel secondo capitolo, ulteriormente potenziate, con nuovi droni, nuove possibilità di interazione, insomma quella sensazione di avere un po’ tutto sotto controllo e disporre di innumerevoli mezzi per poter fuggire o combattere, sfruttando una città che pare proprio sottomessa al nostro arbitrio digitale.

Ogni NPC sarà, infatti reclutabile per la causa, e a seconda della missione avremo diversi approcci dove la discriminante sarà chi decideremo di utilizzare: questo apre prospettive infinite

Anche tecnicamente pare sarà un benchmark tecnologico per le nuove e vecchie generazioni di GPU: con tutti gli effetti abilitati in ambito e Ray Tracing al massimo dettaglio a 1920×1080, almeno nel codice preview, senza DLSS, pare non essere in grado di mantenere i 60 fps su RTX 2080 ti.

A livello Cpu, invece, già Watch Dogs 2 era in grado di trarre buon frutto delle performance Multi Threading dei processori moderni, immaginiamo che Legion farà almeno altrettanto bene.

Non ci resta che aspettare qualche mese per verificare noi stessi se le ottime premesse di Gameplay e Tecniche saranno mantenute.

Ricordiamo, infine, che il titolo almeno al lancio sarà disponibile su Uplay e Epic Games Store.

lordpkappa
lordpkappa
Appassionato di Pc Gaming fin dai primi 386 dove mi dilettavo a giocare al mitico Dune, per poi passare a 486 DX, il mio primo vero Pc non in prestito fu un Pentium 166 con una S3 virge. Di anni ne sono passati, la passione è rimasta la stessa. Ho scritto per carta stampata (Pc Zeta), per il web (Kataweb, Everyeye, Gamesurf), oggi amministro un gruppo di ragazzi motivati in un progetto in cui credo fermamente, Pc Gaming Vault.
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti